16052021Ultime notizie:

Ossi, raccolta differenziata: ritardi e responsabilità del passato

Fabio-Mudadu 2Ossi, 3 marzo 2016. Gravi ritardi e responsabilità della vecchia amministrazione: sono questi gli elementi che avrebbero determinato la necessità di prorogare di ulteriore cinque mesi la gestione della raccolta dei rifiuti alla Cosir di Cagliari.
L’Assessore Fabio Mudadu, ad un giorno dall’affidamento provvisorio del nuovo appalto, non usa mezzi termini e risponde punto per punto alle varie critiche mosse negli ultimi mesi dal gruppo consiliare Insieme per Ossi desideroso solo, a suo dire, “di creare confusione tra la popolazione, con l’unico fine di cercare di screditare e dare responsabilità all’attuale Amministrazione”.
Così, con una nota stampa, l’Assessore cerca di spiegare cosa sia successo in questi mesi e quali siano state le motivazioni che hanno portato l’attuale amministrazione a fare delle scelte praticamente obbligate dalle circostanze e dalle tempistiche.
Ma non è tutto, Mudadu guarda anche cosa è successo in passato evidenziando tra l’altro quelle che, a suo avviso, sono state “scelte che col tempo si sono rivelate sbagliate“.

Così ricorda che anche l’amministrazione in carica nel 2006 aveva proceduto con l’affidamento di un incarico esterno per l’espletamento della gara di appalto, per di più con tempistiche notevolmente superiori a quelle di questa amministrazione: ben 16 mesi tra l’affidamento dell’incarico tecnico e l’avvio del nuovo appalto.

Sottolinea inoltre come la Cosir, in più di una occasione, avesse formalmente sollecitato l’amministrazione uscente affinché provvedesse alla predisposizione del nuovo appalto non avendo intenzione di accordare alcun tipo di proroga.

E ricorda all’allora sindaco Pasquale Lubinu dell’occasione offertagli nel 2012 di “entrare a far parte del servizio di igiene urbana dell’Unione dei Comuni una volta terminata la naturale scadenza del contratto con l’attuale ditta”. Offerta rimandata al mittente dall’ex sindaco secondo il quale “per ragioni di opportunità, le scelte sulla modalità di gestione di un servizio così importante debba essere fatta dalla nuova amministrazione”.

Una scelta sbagliata che, evidenzia Mudadu, ha “comportato tutti i disagi che ci troviamo ad affrontare in termini di Raccolta Differenziata. Se la scelta fosse stata di natura differente i benefici sarebbero stati molteplici in termini organizzativi ed economici.”

L’augurio è che d’ora in avanti il gruppo Insieme per Ossi inizi ad intraprendere un percorso di collaborazione costruttivo nell’interesse esclusivo di Ossi.

Di seguito copia del comunicato

Comunicato Mudadu su differenziata P1F2Comunicato Mudadu su differenziata P2F Comunicato Mudadu su differenziata P2F

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.