17092019Ultime notizie:

Fundone: terreni espropriati, anzi no!

Rendering FundoneEnnesima marcia indietro dell’amministrazione Lubinu ed ennesimo cambio di strategia nella vicenda Fundone, conseguenza dei numerosi ricorsi al TAR.
Come era già successo precedentemente il comune nel giro di soli 81 giorni emette un decreto di esproprio e poi lo revoca. E’ il caso di alcuni terreni di proprietà dei coniugi Piredda per i quali lo scorso 16 giugno il Comune di Ossi disponeva il trasferimento del diritto di proprietà al fine di consentire il completamento dei lavori di realizzazione del Parco Urbano di Fundone.
A seguito di ricorso al TAR con il quale i coniugi Piredda chiedevano l’annullamento previa sospensione del decreto di esproprio del comune, la Giunta guidata da Lubinu ha deliberato di procedere alla revoca in autotutela del decreto di esproprio, considerando che l’accoglimento di detto ricorso comporterebbe, essendo decorso il termine di cinque anni per l’emissione del decreto di esproprio, l’inefficacia della dichiarazione di pubblica utilità. Contestualmente l’amministrazione ha deciso di dare via ad una procedura alternativa (ai sensi dell’art. 42 bis del DPR 327/2001) al fine di giungere all’acquisizione al patrimonio indisponibile del Comune del terreno di proprietà dei Sig.ri Piredda.

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.