Questi sintomi apparentemente banali ti avvisano dell’artrite: se ce li hai devi correre dal medico

Non sottovalutare questi sintomi o potresti passare sopra un problema di artrite non da poco: agisci subito!

Dovremmo sempre e comunque prenderci cura di noi, a prescindere dall’età e dal nostro stato di salute. I problemi possono essere purtroppo sempre in agguato ed è importantissimo iniziare a fare attenzione ad alcuni sintomi, ascoltare il nostro fisico per non farci cogliere mai impreparati e agire di conseguenza. Per esempio, conosci bene i rischi dell’artrite e come può iniziare?

come riconoscere l'artrite e cosa fare
Come possiamo riconoscere l’artrite e curarla- Ossinotizie.it

L’artrite non è affatto un problema che colpisce soltanto con l’età, ma può appartenere anche ai più giovani e non andrebbero mai sottovalutate le prime avvisaglie, anche se ti senti ancora giovane e nel pieno delle tue forze. Agisci per tempo e vedrai che riuscirai a stare bene molto a lungo. Ecco tutto quello che devi sapere.

L’artrite: come riconoscerla prima del tempo e agire di conseguenza

E’ bene sapere che le malattie reumatologiche sono molto subdole, difficili e complesse che non colpiscono di certo soltanto le ossa, come forse erroneamente possiamo pensare. Possono colpire anche la pelle, gli occhi e i polmoni e per questo motivo possono essere più pericolose del previsto. Inoltre la donna è sempre più colpita dell’uomo, perché ha una minore tolleranza antigenica, dunque è soggetta alle malattie autoimmuni come quelle reumatologiche.

come riconoscere l'artrite e cosa fare
Cosa possiamo fare se ci viene diagnosticata l’artrite- Ossinotizie.it

L’artrite è la forma più diffusa e i sintomi sono rigidità muscolare, stanchezza non giustificata, calore e gonfiore alle articolazione e le giunture e un generale dolore alle ossa che non si può spiegare con altre motivazioni pratiche. Se avete uno o più di questi sintomi, rivolgetevi al vostro medico di fiducia per capire come procedere e fare ulteriori esami.

Se abbiamo l’artrite non bisogna, ad esempio, smettere di fare attività fisica, anzi! L’importante è fare quella giusta e non improvvisarci dottori e fisioterapisti. Soprattutto se si ha qualche chilo di troppo, che rischia di pesare sulle ossa e provocare un dolore ancora maggiore, non bisogna per nessun motivo smettere di muoversi! Scegliete la terapia e lo stile di vita giusto per voi, consultando un medico o un esperto del settore come un osteopata.

Purtroppo, la brutta notizia, è che non si può prevenire veramente questo tipo di malattia, ma soltanto fare del nostro meglio per mantenerci in forma e in salute e correre ai ripari qualora riscontrassero questa brutta condizione che ci può davvero cambiare la vita.