Allarme forasacchi: ecco i sintomi da tenere sotto controllo nel tuo amico a quattro zampe

Soprattutto nei mesi estivi, i forasacchi diventano grandi nemici dei cani: come accorgersene in tempo e cosa fare.

Se d’inverno le minacce per i nostri amici a quattro zampe sono minori, durante i mesi caldi aumentano vertiginosamente. Zecche, zanzare, pappataci e insetti di vario tipo possono pungerli e creare anche molti danni ma, fortunatamente, oggi sempre più padroni proteggono i loro cani con i collari anti parassitari o con le gocce apposite, che tengono lontani questi nemici. Un pericolo più insidioso e dal quale è più difficile difendersi, però, sono i forasacchi: ecco in cosa consistono.

Cane, allarme forasacchi
Cane, allarme forasacchi: cosa c’è da sapere -Ossinotizie.it

Quando si esce a fare una passeggiata con il proprio amico a quattro zampe, si dovrebbe prestare attenzione a una molteplicità di fattori che in realtà, spesso e volentieri, nessuno tiene in considerazione. Focalizzati sugli altri cani, con i quali il nostro può litigare o con i pericoli visibili come insetti e altri animali, in realtà ciò da cui bisognerebbe difendersi è anche la natura: ecco cosa sono i forasacchi e perché sono pericolosi.

Forasacchi, massima attenzione: a rischio la salute del cane

I forasacchi non sono altro quelle spighe di graminacee selvatiche che durante la primavera e l’estate riempiono i campi della campagna, così come le aree verdi, i giardini pubblici e i prati incolti. Sebbene siano piuttosto poetici e belli da vedere, in realtà sono pericolosi per i cani poiché, essendo spighe dalla forma appuntita, possono entrare nella pelle, nel naso, nelle orecchie e nelle palpebre del cane che, in certe zone del corpo, non riesce ad arrivare con le zampe o la lingua.

Cane, allarme forasacchi
Come riconoscere se il cane ha un forasacco- Ossinotizie.it

I comportamenti che devono far insospettire il padrone sono starnuti continui, un occhio più chiuso dell’altro, la testa ruotata durante la passeggiata, un orecchio alzato e in generale malessere e fastidio. Nel caso in cui li notiate, osservate con cura la pelle del vostro cane ed ogni pertugio come orecchie ed occhi: se notate un corpo estraneo, informate il veterinario così che vi dia subito un consiglio di intervento e, nel caso, vi faccia andare nel suo studio.

Qualsiasi corpo estraneo conficcato nella pelle può infatti portare al cane delle infezioni che, se non curate subito, possono evolvere in forme anche gravi. Nei mesi caldi, quindi, è buona abitudine passeggiare con il proprio cane in aree dove l’erba è corta ma, se è impossibile farlo, è meglio controllare la sua pelle dopo ogni uscita, così da evitare spiacevoli sorprese.