Vitamine, cosa assumere dopo una certa età

Superata una certa età, assumere integratori e vitamine può essere utile per sostenere le funzioni fisiologiche del corpo. Ecco quali sono utili.

Con il passare degli anni, il corpo matura sempre più esigenze specifiche ed è importante assecondarle, per rimanere in salute e in forma. Aumentare la frequenza delle visite mediche e dei controlli è fondamentale, per scongiurare l’insorgenza di disturbi o malattie. Allo stesso modo, seguire una dieta sana, continuare a praticare attività fisica e seguire i consigli del medico è importante: ecco quali sono le vitamine più frequenti che vengono consigliate dopo una certa età.

Vitamine, quali prendere
Vitamine, ecco quelle da prendere dopo una certa età -Ossinotizie.it

È bene sottolineare che le vitamine e gli integratori vanno presi solo su consiglio medico e che non è utile, né consigliato, fare di testa propria. Sebbene non siano farmaci veri e propri, sono pensati per andare a compensare eventuali carenze, da approfondire quindi con uno specialista. Ecco quali sono quelle più dispensate a chi supera una certa età: valuta con il tuo medico se servono anche a te.

Vitamine, quali prendere dopo una certa età

Una delle vitamine più consigliate a uomini e donne che hanno superato i 60 anni è la vitamina D. Questa rafforza il sistema muscolare scheletrico ed è utile ad allontanare il rischio di malattie come il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson e in generale le malattie neurodegenerative. Inoltre, è molto funzionante per supportare il sistema immunitario e quello osseo, contribuendo a mantenerle forti e a scongiurare il rischio di fratture e rotture.

Vitamine, quali prendere
Le vitamine più consigliate sono ben tre, eccolo -Ossinotizie.it

Altra vitamina importante è la C, che contribuisce a fissare il ferro ed è utile per ridurre la perdita di massa muscolare, condizione molto frequente nelle persone anziane. L’acido ascorbico di questa vitamina è utile nella sintesi del collagene e degli amminoacidi e, per assumerlo, non è per forza obbligatorio prendere delle pastiglie: di vitamina C sono ricchi gli agrumi, le fragole, i kiwi e anche alcune verdure come i broccoli e gli spinaci.

Infine, utilissima è anche la vitamina B12, fondamentale per la formazione dei globuli rossi e per il sistema nervoso. Negli anziani è particolarmente difficile da assorbire a causa dei cambiamenti delle funzionalità gastriche ed integrarla, quindi, si rivela spesso essenziale. Sintomi della carenza di vitamina B12 sono l’anemia, il pallore diffuso e l’aumento della debolezza; se questi sintomi sono accompagnati da una scarsa introduzione di cibi di origine animale, che si valuti un’integrazione specifica con il medico.