Se prendi questo antibiotico rischi di romperti un tendine: sembra assurdo ma è la verità

Sembra incredibile, ma assumendo questo farmaco potresti romperti un tendine. Ecco qual è e perché succede.

I farmaci sono importanti nella nostra vita, perché riescono a farci guarire dalla maggior parte delle malattie, grazie alla loro azione efficace. Tuttavia, ci sono dei casi, in cui, possono avere degli effetti collaterali, talvolta anche molto gravi.

antibiotico rottura tendine
Se prendi questo antibiotico rischi di romperti un tendine- Ossinotizie.it

Quando si acquista un farmaco, bisogna leggere con attenzione le indicazioni, per non correre rischi inutili. Sul foglio illustrativo oppure chiedendo direttamente al farmacista, è possibile informarsi su come e quando assumere il medicinale, possibili effetti avversi ecc.

Se assumi questo antibiotico potresti romperti il tendine: ecco qual è

Ma non è tutto. C’è un farmaco, infatti, e nello specifico un antibiotico, che se preso può causare tendinopatia e rottura dei tendini. Ma di quale classe di antibiotici si tratta e come bisogna comportarsi per evitare di correre un rischio del genere?

Prima di scoprirlo, va detto che in genere, il danno al tendine causato dall’assunzione di farmaci, può manifestarsi entro qualche giorno, ma ci sono dei casi in cui può avvenire anche dopo mesi da quando si è cominciato a prendere il medicinale, e anche dopo che si è interrotta l’assunzione dello stesso.

antibiotico rottura tendine
Ecco il medicinale al quale dobbiamo prestare attenzione- Ossinotizie.it

Il danno al tendine causato da medicinali cresce se si sommano anche altri fattori, tra cui l’età, reumatismi, gotta, oppure facendo sport. Si è scoperto che questi farmaci possono provocare tendinopatie e rottura dei tendini, in particolare del tendine di Achille, come viene indicato anche da un video su Tik Tok, nello specifico @farmacistaditiktok.

Ed è proprio il tendine di Achille a essere maggiormente colpito. I sintomi di questo dolore sono generalmente estesi a tutta la lunghezza del tendine e il paziente ha seri problemi a camminare.

Di solito la reazione avversa si può manifestare 48 ore dopo aver assunto i fluorochinoloni, ma certe volte si può verificare anche dopo, una volta che si è smesso di prendere il medicinale.

A essere colpiti dal dolore che ne consegue possono essere anche spalle, gomiti, ginocchia, pollici, fianchi e molto altro. Per queste ragioni, gli esperti consigliano di non fare attività sportiva durante il trattamento con fluorochinoloni, e se cominciate a notare un certo gonfiore è bene avvertire con immediatezza il medico. Questo, infatti, potrebbe significare che dovete sospendere la terapia con l’antibiotico.

Fate bene attenzione quando assumete questo tipo di farmaco. Per qualsiasi dubbio o domanda più precisa ricorrete sempre al vostro medico curante che vi saprà indicare la soluzione perfetta per voi.