Pochi soldi per andare in vacanza? Niente paura c’è il prestito apposito

L’estate si avvicina e non hai soldi per andare in vacanza? Lo sapevi che è possibile ottenere un prestito apposito? Come ottenerlo

Viaggiare è il sogno di tante persone, oltre ad essere un’esperienza che arricchisce culturalmente. C’è chi riesce a realizzarlo, girando tutto il mondo o diversi luoghi, c’è invece chi purtroppo non ha le possibilità di farlo e resta soltanto un desiderio inespresso e spesso si rinuncia, anche in estate.

prestito per andare in vacanza
Pochi soldi per la vacanza? Puoi chiedere un prestito – Ossinotizie.it

Viaggiare, infatti, richiede disponibilità economiche più o meno elevate, per i trasporti, il soggiorno compresi i luoghi dove mangiare. Altre spese sono quelle dovute ai luoghi da visitare: come musei, mostre, parchi divertimento, stabilimenti balneari e via dicendo. Costi che aumentano quando si vive in luoghi più svantaggiati o dove è più difficile raggiungere le destinazioni desiderate.

Un esempio, è quando è obbligatorio prendere l’aereo o la nave o quando si è costretti a fare diversi scali per raggiungere la località dei propri sogni. Oppure quando si abita lontani dalle località balneari (o di montagna) dove si vuole passare l’estate (o l’inverno). Oggi per fortuna è possibile ricevere un prestito apposito, per consentire di non rimandare o rinunciare alla tua vacanza.

Il prestito per non rinunciare alla prossima vacanza estiva

Per fare la tua vacanza dei sogni è possibile richiedere un finanziamento che è in grado di coprire anche il 100% del viaggio e del soggiorno. Ovviamente, prima di procedere con la richiesta, è importante valutare le proprie capacità di rimborso e di gestione del budget, per evitare di trovarsi in difficoltà finanziarie in futuro. Una volta stabilita la somma necessaria, puoi rivolgerti  a Santander Consumer Bank, che offre diversi prodotti finanziari per i viaggi.

prestito per andare in vacanza
Come ottenere il prestito per andare in vacanza – Ossinotizie.it

Puoi chiedere un prestito personale, un finanziamento per acquistare i biglietti aerei o per pagare il soggiorno in hotel, o ancora un’apertura di credito per avere sempre a disposizione una somma di denaro per i vostri viaggi. Per fare la richiesta, puoi rivolgerti alla filiale del Santander Consumer Bank più vicina a voi, o utilizzare i servizi online messi a disposizione dall’istituto. In entrambi i casi, ti verrà richiesto di fornire tutte le informazioni relative alla tua situazione finanziaria.

Una volta approvata la richiesta, il denaro ti verrà accreditato sul conto e puoi utilizzarlo come meglio credi per organizzare il tuo viaggio. Ma non dimenticare che si tratta sempre di un finanziamento, quindi dovrai provvedere a restituire la somma prestata nel tempo e nei modi concordati con la banca.

Come richiederlo

Santander Consumer Bank offre diverse opzioni per richiedere un finanziamento, come ad esempio telefonando al centro assistenza con l’aiuto di un operatore qualificato o in autonomia attraverso il sito web della Banca, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. In entrambi i modi, il processo è veloce e potrete richiedere un finanziamento che va dai 1.500 ai 30.000 euro. La Banca valuterà la vostra richiesta e vi invierà l’esito via e-mail. Non è necessario recarsi in filiale per richiedere il finanziamento.

prestito vacanza come fare
Ecco come fare per stare sereni in vacanza e godersi il relax- Ossinotizie.it

Per richiedere un finanziamento per viaggiare, è necessario essere maggiorenni e possono richiederlo dipendenti, lavoratori autonomi e pensionati presentando un documento di riconoscimento, codice fiscale, IBAN (che non sia di una carta prepagata) e l’ultima busta paga o cedolino della pensione.

Non è necessario avere o aprire un conto con Santander Consumer Bank per richiedere il prestito. È importante valutare le varie combinazioni rata/durata e considerare il TAEG e TAN per il calcolo degli interessi del prestito e del costo totale del credito. Il TAEG definisce il costo totale del prestito insieme ad alcune spese accessorie, mentre il TAN è un valore percentuale su base annua che specifica gli interessi relativi al prestito.