Foglie e rami secchi: ecco come riutilizzarli e risparmiare tanto | Trucchi geniali

Se avete tante foglie secche e rami che non vi servono e vi danno fastidio, seguite il nostro consiglio: vi faranno risparmiare tantissimo

Con l’arrivo della primavera, gli alberi tornano pieni di foglie, di fiori e sul finire anche di frutti. Anche i prati rinverdiscono, rendendo l’ambiente davvero pieno di vita e di energia. Sotto alle chiome fiorite, però, possono accumularsi i resti di un inverno e un autunno appena trascorsi sottoforma di foglie e rami secchi, rimasti lì in attesa che gli agenti atmosferici facciano il loro corso e li decompongano.

Foglie e rami secchi, non buttarli
Foglie e rami secchi, ecco come possono tornare utili -Ossinotizie.it

Se l’istinto di molti è quello di raccogliere tutti questi rami e foglie secche e di buttarli via, dovete resistere a farlo perché proprio questi “scarti” della natura vi faranno risparmiare tantissimo. Continuate a leggere e scoprite come possono tornarvi utili: come sempre, la natura non lascia niente al caso ed è l’azione dell’uomo, spesso, a complicare il suo naturale sviluppo.

Foglie e rami secchi, usali in questo modo: risparmio incredibile

L’azione del ripulire le aiuole e i giardini dai rami e dalle foglie comporta un enorme dispendio energetico, che si può del tutto risparmiare: questi prodotti, infatti, possono essere usati per favorire e aumentare la biodiversità della natura. A proporre questa tesi è Gundersen, un professore di ecologia forestale dell’Università di Copenaghen. Ecco in cosa consistono i suoi studi e quale teoria ne ha tirato fuori: è strabiliante.

Foglie e rami secchi, non buttarli
Un’utilizzo che fa bene all’ambiente ma anche al nostro portafoglio -Ossinotizie.it

A suo dire, in termini sia economici che di dispendio di CO2, se i danesi non raccogliessero le foglie secche e i rami dai propri giardini e dalle aree verdi ci sarebbe un risparmio annuale di circa 600.000 tonnellate di CO2 all’anno. Questi prodotti, se lasciati sul terreno, immagazzinano anidride carbonica, favorendo la biodiversità: basta pochissimo per far del bene alla natura, basta non bruciare questi composti ma lasciarli decomporre da sé.

Se il vostro giardino è pieno di foglie, quindi, sopportate il lato estetico di un’aiuola non perfetta e aiutate la natura: i rami secchi assorbono la CO2, tenendo la vostra aria più pulita, e favoriscono la biodiversità. Risparmiando sui tempi e sui costi che l’attività di pulizia dei giardini richiede, sia a livello privato sia a livello pubblico e cittadino, non solo si può far del bene al proprio portafoglio ma anche e soprattutto all’ambiente circostante.