19012020Ultime notizie:

URI CONTRO CORRENTE: LA MAGGIORANZA BOCCIA IL “BARATTO AMMINISTRATIVO”

baratto-amministrativoUri, 22 ottobre 2015. Dopo un’ora e mezza di dibattito, la proposta a firma dei consiglieri  di opposizione Michele Fiori per il gruppo Insieme per Uri e Antonio Ledda, che ha introdotto in aula la mozione inserita nel primo punto all’ordine del giorno, riceve il voto contrario della maggioranza.
Riceviamo e pubblichiamo il parere dei Consiglieri di opposizione che hanno difeso la mozione in aula, anche con ripetuti interventi del consigliere Vargiu nel tentativo di far capire l’importanza del documento:

“Sembra che a Uri l’attuale Amministrazione ci tenga proprio a distinguersi per la capacità di non riuscire laddove tutti gli altri riescono senza nessun problema.
Durante la discussione, la maggioranza targata “Cherimus” ha chiesto anche una sospensione di 15 minuti per rileggersi la norma di riferimento, nonostante la mozione sia stata presentata quasi tre mesi prima.
Ci siamo arenati sulla possibilità di poter utilizzare la forma del baratto amministrativo relativamente ai tributi già scaduti, nonostante numerosi comuni d’Italia abbiano già approvato dei regolamenti in questo senso. Sarebbe bastato prendere spunto da altre realtà e rimodulare, in base alle esigenze della nostra comunità, le soglie ISEE per l’accesso a questo istituto e le modalità operative per metterlo in atto.
L’applicazione di questa misura avrebbe consentito ad una parte di contribuenti che si trovano in difficoltà economiche, singoli o associati, di poter assolvere al mancato pagamento dei propri debiti relativi a tasse comunali non pagate, mediante una prestazione di pubblica utilità, come ad esempio piccole manutenzioni, abbellimento di aree verdi e piazze, e in generale interventi volti alla valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano.
La maggioranza, a parole si è dichiarata d’accordo ad ogni tipo di misura che vada incontro alle esigenze della comunità, ma nel concreto ha votato contro una mozione che esprimeva una semplice ma chiara volontà politica di istituire questa specifica agevolazione.
Non siamo stati disposti a rimandare il punto alle prossime sedute, perché qualsiasi dubbio normativo poteva essere chiarito in fase di predisposizione del regolamento, prendendoci tutto il tempo che sarebbe stato utile a risolvere queste “perplessità” della maggioranza.
La stessa mozione, identica, presentata dall’opposizione, è stata approvata nei comuni di Sorso e Porto Torres nei mesi scorsi, mentre nel nostro comune, come ribadiamo da sempre, anche le cose più semplici diventano ostacoli insormontabili.
È chiaro che la volontà politica di bocciare una proposta dell’opposizione, ha prevalso anche contro il buon senso di approvare uno strumento utile alla nostra comunità”.

I Consiglieri di opposizione

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.