17042021Ultime notizie:

Uniti Possiamo, “Ancora irregolarità dalla Giunta: strutture sportive affidate senza gara pubblica”

Ossi, 17 marzo 2021. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del gruppo consiliare Uniti Possiamo in merito all’affidamento di alcune strutture sportive comunali. Lo scorso 4 marzo i consiglieri del gruppo di minoranza hanno depositato una interrogazione al Sindaco e all’assessore competente.
“Con l’interrogazione sui contributi sportivi avevamo già sottolineato quanto la nuova Amministrazione mostrasse attenzione solo verso alcune realtà sportive locali, trascurando tutte le altre.  
La ciliegina sulla torta è arrivata con la delibera di giunta comunale del 08.01.2021. 
Ebbene con detta delibera la Giunta Lubinu ha concesso la struttura di Piazza Sardegna, mediante affidamento diretto, all’Unione Sportiva Ossese (noto Bocciofilo), e ciò in barba a quanto stabilito dal regolamento comunale del 2010 (approvato proprio dall’ex ed attuale Sindaco Lubinu!!) e da delibera consiliare n 57 del 28.07.2016 “Indirizzi generali per lo sviluppo degli impianti sportivi cittadini e definizione tariffe per gli utilizzi degli stessi” , che in relazione proprio all’impianto sportivo di Piazza Sardegna prevede che la gestione debba essere assegnata a seguito di gara pubblica, così da garantire alle associazioni interessate al bando di presentare la propria offerta e al comune di accettare quella più vantaggiosa. 
Invece cosa fa l’amministrazione Lubinu? accolla al Comune le spese di: luce, acqua, riscaldamento e spese straordinarie, mentre le entrate sono a beneficio del gestore dell’impianto, che non paga alcun canone di concessione del campo di calcetto e da tennis e, inoltre, riconosce allo stesso gestore il100% delle entrate derivanti dall’utilizzo della struttura sportiva da parte di altre società.
I costi di mercato stabiliti dall’amministrazione sono: 30 euro per un’ora di calcetto e 13euro per un ora e mezza e 10 euro per un ora di tennis per chi volesse utilizzare l’impianto sportivo.
Una presa in giro per tutti i cittadini ossesi che si sono visti tediare da infiniti proclami sulla concessione in gestione della struttura sportiva, mentre all’atto pratico si fa tutt’altro. “Le cose si fanno FACENDOLE”, lo slogan del primo cittadino, si certo, ma per chi…? Ci domandiamo noi… 
Ci si domanda, infatti, per quale ragione l’attuale maggioranza sceglie di dare in concessione ad una sola società sportiva precludendo la possibilità (viste le agevolazioni rivolte al concessionario) a più associazioni ed operatori economici di concorrere per la gestione dei campi da gioco. 
Sicuramente a queste condizioni sarebbero state diverse le associazioni interessate a partecipare al bando. 
Per quale motivo non si è ritenuto opportuno coinvolgere e sentire la commissione sport ( MAI CONVOCATA FINORA!)?
A fronte delle mancate applicazioni delle normative regolamentari non sarebbe opportuno revocare in autotutela l’assegnazione in gestione della struttura sportiva? 
In merito a queste mancanze è stata presentata un’interrogazione che verrà discussa nei prossimi consigli comunali. 
Cercheremo in tutti i modi di tutelare gli interessi di TUTTE le realtà ossesi, state certi. Vi terremo aggiornati… 
Il gruppo consigliare Uniti Possiamo.”

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.