23072019Ultime notizie:

Serra boccia Lubinu. Revocata in autotutela la delibera 55 e riscritta la convenzione con Abbanoa

Municipio 3Ossi, 12 novembre 2015. La giunta Serra revoca in autotutela la delibera n. 55 della giunta Lubinu. Si tratta della ormai ben nota delibera predisposta in chiusura di mandato amministrativo, il 29 maggio 2015, a due giorni dalle elezioni comunali, e poi pubblicata solo 4 mesi più tardi il 6 ottobre sull’albo pretorio comunale. Oggetto della delibera era “Approvazione proposta di regolazione reciproca di debiti e crediti tra il Comune di Ossi e il gestore unico del Servizio idrico integrato Abbanoa S.p.A”.
Proprio due giorni fa, martedì 10 novembre, la giunta Serra ha revocato, in autotutela, la suddetta delibera. Le motivazioni sono chiare. Come si legge nel testo del verbale con la delibera n. 55 la giunta Lubinu dava atto in premessa che il totale complessivo del deposito cauzionale per tutte le utenze domestiche e non domestiche del Comune di Ossi era pari ad euro 153.626,26 per 2.322 utenze censite e poteva dunque essere ricompreso tra i crediti vantati da Abbanoa S.p.A. nei confronti del Comune.
Tuttavia, si legge più avanti, il Comune di Ossi non ha mai incassato alcun deposito cauzionale per cui lo stesso non potrebbe ovviamente quantificarsi quale credito di Abbanoa verso il Comune.
La giunta Serra ha così ritenuto opportuno revocare la suddetta delibera e procedere alla compensazione tra tutti i reciproci crediti/debiti con Abbanoa, quantificandoli correttamente alla data del 30.06.2015, “senza rinviare sine die la definizione di alcuni rapporti, ma, previo riconoscimento delle reciproche posizioni debitorie da ambedue le parti, calcolando invece l’effettivo saldo, al netto del contributo RAS per mutui e Service (che verrà versato ad Abbanoa non appena ricevuto dalla RAS, in quanto Abbanoa ha già versato i relativi importi anticipati dal Comune).”
Si è inoltre ritenuto indispensabile, perché possa aversi una effettiva e proficua compensazione, concordare un piano di pagamento, con eventuale rateizzazione da parte del creditore (Abbanoa), nel preminente interesse pubblico di incassare quanto prima quanto dovuto.
La giunta municipale, a tal fine, ha così approvato nuovo schema di convenzione con Abbanoa s.p.a. per la regolazione reciproca di debiti e crediti che prevede, tra l’altro, l’estinzione di debiti e crediti reciproci per un importo pari ad € 198.695,51, l’impegno per Abbanoa di versare nelle casse del comune, entro il 30 novembre 2015, l’importo di € 150.000,00 e, a partire dal mese di gennaio 2016, l’importo mensile di € 15.000,00 fino all’estinzione del debito pendente.
Qui di seguito il post che l’ex sindaco aveva pubblicato su Facebook il 5 dicembre 2014 nel quale, come è evidente, si traggono delle errate conclusioni laddove si legge “Ne consegue che tutti gli utenti che hanno fatto richiesta di allaccio del contatore alla rete comunale fino alla data del 29 settembre 2006 (data nella quale il Consiglio Comunale ha ceduto ad Abbanoa S.p.A. il possesso delle reti idriche e fognarie) hanno già assolto all’obbligo del pagamento del deposito cauzionale nei confronti del Comune di Ossi che all’epoca era gestore dell’acquedotto”

Post ex sindaco su Deposito Cauzionale





What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.