27052019Ultime notizie:

Sanità Alghero-Ozieri, Tedde: Pigliaru salta il Consiglio Regionale, il territorio deve reagire

Ospedale civile AlgheroCagliari, 21 giugno 2017. “Mentre ad Alghero si parla a Cagliari si attua la riorganizzazione ospedaliera non votata dal Consiglio regionale.” Così il Consigliere regionale di Forza Italia Marco Tedde parafrasando la locuzione di Tito Livio su Sagunto espugnata commenta l’incontro di ieri del Comitato del Distretto socio-sanitario di Alghero con i consiglieri regionali e la Commissione sanità algherese per discutere della sorte degli ospedali di Alghero, Ozieri, Ittiri e Thiesi. “E’ inutile continuare a fare come gli struzzi e fingere di non sapere che la Giunta regionale con alcune delibere ha fornito indirizzi per l’atto aziendale della ATS, delle Aziende ospedaliere universitarie e del Brotzu stabilendo principi di riorganizzazione degli ospedali tratti integralmente dalla proposta di Giunta del febbraio del 2016 che ancora non è stata approvata dal Consiglio regionale. E’ dannoso far finta di non sapere che la Giunta regionale ha stabilito criteri regolatori per l’organizzazione sanitaria della rete ospedaliera -denuncia l’ex sindaco di Alghero-  non ancora discussi e fatti propri dal Consiglio regionale che, peraltro, si basano sul DM 70 del 2015 che come più volte abbiamo denunciato non è vincolante per la Sardegna che finanzia con fondi di bilancio il servizio sanitario regionale. In questa direzione è emblematico che in riferimento ai Presidi ospedalieri di Alghero e Ozieri sia stato avviato un procedimento di riorganizzazione dell’ attività chirurgica e anestesiologica  attuando furbescamente  principi di riorganizzazione non ancora votati dal Consiglio.  In relazione a questo modus operandi levantino abbiamo chiesto l’intervento del Presidente del Consiglio – ricorda Tedde –  a tutela delle prerogative dei consiglieri regionali.” Tedde ieri ha ribadito per l’ennesima volta che il territorio deve reagire compatto sotto le finestre di Pigliaru e chiedere con forza il 1° livello, con la Rianimazione, il Centro trasfusionale, Centro nascite e la lungodegenza ad Alghero, Ittiri e Thiesi,  che viene concesso a San Gavino e al Sulcis Iglesiente. “E quando parlo di reazione del territorio -precisa Tedde-  mi riferisco alle rappresentanze politiche e istituzionali, ma anche sindacali e delle categorie produttive, oltre che all’associazionismo. Tavoli e incontri infruttuosi ne sono stati fatti tanti. Oggi -sottolinea il consigliere regionale di Forza Italia- occorre reagire con fermezza a questo ennesimo scippo che segue al tracollo dell’aeroporto.  Dobbiamo far capire a Pigliaru – chiude Tedde – che il territorio ha la guardia alta e non farà passare sotto silenzio l’ennesimo atto di desertificazione, questa volta in materia di servizi per la salute.”

 

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.