28032020Ultime notizie:

San Giovanni Battista, in piazza per rivendicare stipendi e futuro

Sciopero SGB 09112015Ploaghe 9 novembre 2015. Si è svolta questa mattina a Ploaghe l’ennesima manifestazione dei dipendenti dell’Ipab  San Giovanni Battista e di tutti i lavoratori dell’indotto (dipendenti di cooperative, liberi professionisti, partite iva). Il corteo, voluto dalle segreterie territoriali di CGIL, CISL, UIL e FSI, arriva in un momento particolarmente difficile per i lavoratori: i dipendenti dell’Ipab non ricevono lo stipendio da 4 mesi mentre molti dei dipendenti delle cooperative convenzionate con la struttura sono ormai arrivati a ridosso della sesta mensilità arretrata. Una situazione di precarietà, quella del San Giovanni Battista, che si trascina dal 1993 con continui rinvii, 8 anni di commissariamento nei quali si sono succeduti sei diversi commissari straordinari i cui piani di risanamento presentati non sono mai stati ritenuti sostenibili dalla Regione. Nel 2012 una iniezione di 25 milioni di euro prevista dalla finanziaria di Cappellacci senza i quali, probabilmente, oggi il San Giovanni Battista non esisterebbe più. E’ necessario allo stato attuale, rivendicano i sindacati, che la Regione si muova per modificare il comma 8 dell’articolo 44 della legge regionale 23/2005 in base al quale “le IPAB che non sono più in grado di funzionare o hanno espresso la volontà di non sussistere sono soppresse con decreto del Presidente della Regione e beni e funzioni sono trasferiti alCarlo Sotgiu comune ove le stesse hanno sede legale”. Il passo da seguire deve essere quello della “aslizzazione” della struttura, dell’assorbimento cioè del San Giovanni Battista da parte della Asl n°1 di Sassari. Si tratta in sintesi di dare seguito al progetto di legge che il gruppo consiliare di Forza Italia ha presentato lo scorso 27 ottobre con primi firmatari i consiglieri Tedde e Peru. A favore di questo processo anche il sindaco di Ploaghe Carlo Sotgiu che, pur di raggiungere l’obiettivo, ha dato piena disponibilità affinché il comune acquisisca gli immobili dell’Ipab alleggerendo così il peso del trasferimento per l’Asl sassarese.   Al corteo hanno partecipato rappresentanti della politica regionale e del territorio. Erano presenti Luigi Lotto e Salvatore Demontis, consiglieri regionali di maggioranza ed espressione del PD sardo, Antonello Peru vicepresidente del consiglio regionale e Marco Tedde di Forza Italia, il sindaco di Ploaghe Carlo Stogiu e diversi componenti della giunta e del consiglio comunale, il sindaco di Cargeghe Salvatore Oggiano , il sindaco di Florinas Giovanna Sanna , il sindaco di Ittiri Antonio Sau , il sindaco di Thiesi Giovanni Soletta , il sindaco di Banari Gianpiero Cordedda  ed il consigliere di maggioranza del comune di Sassari Simone Campus .   E’ stato doloroso constatare la totale assenza di Ossi. Nessun componente della giunta, nessun componente del consiglio comunale, né di maggioranza né di minoranza, ha partecipato a questo importante appuntamento in una giornata nella quale manifestare solidarietà ai lavoratori era assolutamente doveroso.   Unici presenti noi di Ossi Notizie che abbiamo sentito il dovere ed il piacere di dare il nostro piccolo contributo ai tanti lavoratori interessati dalla delicata vertenza tra i quali, tra l’altro, vi sono anche dei cittadini ossesi.

Luigi Lotto a Ploaghe Demontis a Ploaghe
Antonello Peru a Ploaghe Marco Tedde a Ploaghe

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.