25052020Ultime notizie:

Ossi, dopo le spese del passato gli amministratori rinunciano ai cellulari di servizio

bollette-telefonicheOssi, 30 ottobre 2016. Nell’ultimo assestamento di bilancio approvato dal consiglio comunale di Ossi risulta una riduzione pari a € 12.000,00 relativa alle spese telefoniche sostenute dal comune.
Ne aveva dato notizia durante il consiglio dello scorso 19 luglio l’assessore al bilancio Alessandra Manca.
Il mese successivo il mensile Intro sa Idda invitava l’assessore Manca a ringraziare la precedente amministrazione che aveva reso possibili quei risparmi grazie all’investimento fatto nella realizzazione di un ponte radio che metteva in comunicazione tra loro le varie strutture comunali. Scelta sicuramente valida ed encomiabile.
Ma siamo sicuri che questi risparmi siano dovuti solo ed esclusivamente al ponte radio o vi sono altri elementi che, come hanno notato diversi cittadini, potrebbero avere inciso?
In realtà sono cambiate diverse cose. Per esempio in passato praticamente tutti i componenti della giunta pare fossero dotati di scheda sim a carico dei cittadini. La avrebbero avuta il sindaco, il vice sindaco, il presidente del consiglio, gli assessori, la segretaria particolare del sindaco ed alcuni consiglieri.
La nuova amministrazione ha invece scelto di rinunciare alle schede sim pagate dai cittadini tenendo praticamente solo quella utilizzata per il servizio di messaggistica.
E così alcuni risparmi vengono anche dalla scelta degli attuali amministratori di rinunciare al telefono di servizio preferendo fare uso dei propri cellulari e dei propri numeri.
Pensate, in passato pare si sia arrivati a spendere per i cellulari quasi 7.000 euro in un bimestre, dei quali circa la metà pare fosse dovuta alle connessioni internet da parte del telefono di un solo amministratore!
Per fortuna, oggi, queste spese scellerate sono solo un lontano ricordo!

Potranno queste rinunce far diventare Ossi un paese ricco e prosperoso? Ovviamente no, ma è un buon segnale e soprattutto un apprezzabile esempio di spending review. Speriamo si tratti di un timido inizio!

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.