20092021Ultime notizie:

Ossi. In arrivo due nuove figure nello staff del sindaco: un funzionario di supporto ed un giornalista

Ossi, 23 marzo 2021. Dopo cinque anni di risparmi grazie alla riduzione dell’indennità da parte dell’ex Sindaco Giovanni Serra (ben 85.000 euro rimasti nelle casse comunali), le spese della politica ossese sono avviate a prendere il galoppo. A decretarlo la delibera di Giunta del 5 marzo scorso con la quale Pasquale Lubinu, Maria Laura Cossu, Antonino Canu, Maria Laura Serra, Angelino Canu e Tatiana Giuranna hanno votato all’unanimità il piano di fabbisogno triennale della dotazione organica del comune di Ossi. Tra le sette pagine della delibera ciò che emerge è la necessità di organizzare l’Ufficio di Staff del sindaco con due figure: un funzionario con funzioni di supporto al sindaco ed un addetto stampa part time al 70%. 
Entrambi le figure ricercate saranno inquadrate nella categoria D (circa 21.500 euro l’anno per la figura a tempo pieno e poco meno per il giornalista).
Al di là dell’incremento di costi per i cittadini ossesi, ciò che ha perplesso maggiormente i consiglieri del gruppo di minoranza Uniti Possiamo è l’avere predisposto delle “selezioni pubbliche dove, però, gli aspiranti saranno scelti direttamente dal Sindaco”. A cosa servirebbero dunque le due procedure? Secondo i consiglieri di Uniti Possiamo si tratta di uno specchietto per le allodole.

Dopotutto la stessa Giunta, nella delibera del 5 marzo, sottolinea come la stessa Corte dei Conti abbia ribadito il fatto che “l’individuazione del personale da assegnare allo staff del Sindaco, ex art.90 TUEL, prescinde dall’espletamento di procedure selettive”. L’attività dell’amministrazione comunale pare non essere ben coordinata al punto che prima si scrive una cosa e poi se ne fa un’altra: da un lato la Giunta evidenzia il fatto che non sia necessario ricorrere a procedure selettive per l’assunzione del personale facente parte dello staff del sindaco e dall’altro viene pubblicato un avviso per una “selezione valutazione comparativa” per selezionare detto personale. 
Insomma non bisogna ricorrere ad una selezione e poi si fa una selezione nella quale, tra l’altro, si scrive chiaramente che “l’individuazione del soggetto da assumere sarà effettuata “intuitu personae” dal sindaco.

“Se sceglie il primo cittadino, le selezioni sembrerebbero soltanto uno specchietto per le allodole!!! – scrivono i consiglieri di Uniti Possiamo – Aspettiamo che vengano “premiati” i candidati sulla base dei curricula e, soprattutto, di sapere cosa ne pensano gli ossesi di questo innovativo e puntuale investimento🙄… In un momento così delicato per tutti, quei soldi sarebbero potuti essere erogati in favore delle attività e delle famiglie ossesi che si trovano in difficoltà a causa di questa maledetta pandemia!”

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.