26042018Ultime notizie:

Incorporazione ex Fondazione SGB. Tedde, “Meglio tardi che mai. E ora, chi pagherà i danni alle famiglie?”

Marco TeddeCagliari, 14 dicembre 2017. “Meglio tardi che mai! verrebbe voglia di dire. Ma adesso chi ristorerà i lavoratori dei danni subiti?”. Così il consigliere regionale Marco Tedde commenta la tanto attesa delibera della Giunta Regionale che ha approvato il piano di incorporazione per la rimodulazione dell’offerta assistenziale e delle modalità di assorbimento e inquadramento del personale della Fondazione S. Giovanni Battista di Ploaghe, che secondo il decreto di Pigliaru del giugno del 2016 avrebbe dovuto essere approvato in tempi brevi. “Una delibera che arriva con circa un anno e mezzo di ritardo -denuncia ancora una volta Marco Tedde, vice-capogruppo di Forza Italia Sardegna in Consiglio regionale, che in questi anni ha seguito quotidianamente il progetto di incorporazione della San Giovanni Battista presentando proposte di legge, emendamenti e atti di sindacato ispettivo. “Per tanto, troppo tempo, Pigliaru e Arru  hanno sottovalutato colpevolmente l’irregolarità dello stato giuridico dei dipendenti che ad oggi rivestono il ruolo di precari della ATS nonostante il quadro normativo parli di assorbimento. In questi anni -denuncia Tedde- i dipendenti e le loro famiglie sono stati loro malgrado vittime di pesanti distrazioni e negligenze.” E’ di settembre la decisione del Consiglio dei ministri di non impugnare la legge interpretativa di luglio proposta su sollecitazione di Tedde, con cui il Consiglio Regionale ha disposto che nel trasferimento delle funzioni e dei rapporti giuridici dalla ex Ipab alla ATS debbono ricomprendersi anche i rapporti di lavoro a tempo indeterminato. “A seguito di questa decisione  -commenta Tedde- eravamo convinti di essere arrivati alla fine di un percorso amministrativo tormentato e caratterizzato da negligenze e profonda inadeguatezza. E auspicavamo l’uscita dei lavoratori  da una pasticciata situazione lavorativa, con contratti a tempo determinato non deliberati e non sottoscritti. Ma tanta acqua è dovuta passare sotto i ponti. Oggi siamo arrivati al filo di lana. Ma continueremo a vigilare -chiude l’ex sindaco di Alghero- affinché la Giunta Regionale arrivi alla conclusione del procedimento rispettando le norme e la dignità dei lavoratori e delle loro famiglie.”

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.