27102020Ultime notizie:

Grande festa per i 30 anni dell’Avis di Uri

Avisu Uri 1Uri, 10 giugno 2017. Migliaia le persone presenti domenica scorsa in piazza della Libertà per festeggiare il trentesimo compleanno dell’Avis. La manifestazione ha preso il via nei locali della sede Avis in via Sassari dove i volontari hanno offerto la colazione.
E’ partito poi il corteo cui hanno partecipato anche numerosi bambini delle scuole elementari che indossavano le magliette dell’Avis e sventolavano palloncini colorati, seguiti dai labari delle associazioni e dalle ambulanze. Arrivati alla chiesa di N.S. di Paulis don Gianni Nieddu ha celebrato la Santa Messa.
Il cuore della manifestazione si è tenuto poi nella piazza della Libertà con la premiazione dei donatori di sangue e la consegna delle medaglie, da quelle in rame a quelle in oro con rubino. Durante la premiazione hanno preso parola il presidente dell’Avis di Uri Antonio Dettori, il sindaco Lucia Cirroni, il presidente dell’Avis Regionale Antonello Carta, il presidente provinciale Vincenzo Dore e il direttore sanitario Emanuela Meloni.
Ai rappresentanti delle associazioni e alle autorità presenti sono state consegnate le opere realizzate dai bambini delle scuole elementari di Uri in ricordo della giornata.
Dopo il pranzo organizzato dalla Pro Loco di Uri ed accompagnato dal vino donato dall’associazione “Amici del Vino di Uri”, si è dato il via alla manifestazione musicale. Per la prima volta in Sardegna, dopo aver girato il mondo, ha presentato la serata, in mezzo alla sua gente e circondato dagli amici, Anthony Peth, autore, regista e conduttore televisivo. Numerosi i gruppi che si sono esibiti e che hanno allietato il folto pubblico. Sul palco i cantautori Gian Mario Virdis, Luca Tilocca e Gianni Carboni, gli artisti Quinto Zedda, Matteo Petretto, i cugini di Amedeo, i Gruppi folk di Uri e di Santa Rughe, I 4 vecchi bastardi e, direttamente dal programma di Rai Uno “Ti lascio una canzone”, Veronica Liberati che ha realizzato il sogno di Matteo, cantare con lui in duetto “Vattene amore”. Attimi commoventi durante l’esibizione soprattutto quando Matteo ha letto una poesia dedicata a Veronica.
Serata dunque all’insegna del divertimento e alla solidarietà nella quale ciascuno ha offerto gratuitamente il proprio contributo.

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.