11082020Ultime notizie:

G7 trasporti, Tedde (FI): bene la candidatura di Alghero. Ma occorreva pensarci per tempo

Tedde con D'AlemaCagliari, 12 febbraio 2017. “Condividiamo e sosteniamo la candidatura di Alghero a sede del prossimo vertice G7 sui trasporti. Anche se parlare di trasporti in una Sardegna isolata dalla totale inadeguatezza della Giunta Pigliaru in questa delicata materia lascia l’amaro in bocca. Ma una proposta che precede di tre mesi l’evento può al massimo meritare qualche asfittico titolo sulla stampa regionale. A questi eventi si lavora con un anticipo di almeno un biennio. E senza tam tam mediatici.” Così l’ex sindaco di Alghero Marco Tedde commenta la candidatura di Alghero al G7 trasporti che si svolgerà a Cagliari fra qualche mese. “Questo fu l’impegno cronologico dell’amministrazione di centrodestra che nel 2005 iniziò a lavorare con la Presidenza del Consiglio dei ministri –serbando sul progetto un religioso ed istituzionale silenzio tombale- per portare ad Alghero il  vertice italo-algerino che si tenne nel novembre del 2007. Il primo vertice tra l’Italia e un grande Paese non europeo, -ricorda l’attuale vice capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale- al quale parteciparono il Presidente del Consiglio Romano Prodi e il Capo di Stato algerino Abdelaziz Bouteflika, con due foltissime delegazioni di ministri dei rispettivi Paesi. Per l’Italia, oltre a Prodi, arrivarono ad Alghero Parisi, Dalema, Bersani e la Bonino, solo per citare i più noti.  Per l’Algeria ricordo che con Bouteflika sbarcarono ad Alghero il ministro degli Esteri Mourad Medelci e dell’Energia Chakib Kheli, oltre ad un’altra decina di colleghi con deleghe le più disparate. Discussero di temi strategici e firmarono accordi nel campo dell’energia, della cooperazione, del commercio e sul tema della lotta all’immigrazione clandestina. Ma vennero anche avviate le trattative per far partecipare le imprese sarde ad un grande piano di investimenti nel paese nord africano nel campo delle infrastrutture e dei lavori pubblici, nella realizzazione di un grande progetto di costruzione di abitazioni. –sottolinea Tedde-  Alghero è sicuramente attrezzata per questi eventi internazionali:  un aeroporto civile e uno militare a 5 minuti dalla città, un porto all’interno del centro storico, edifici pubblici di grande prestigio e  musei ristrutturati e realizzati dall’allora amministrazione di centrodestra, in una cornice fatta da una offerta di accoglienza e di servizi sicuramente all’altezza di un compito così prestigioso. Cosa che convinse il ministro degli Esteri Frattini e la struttura della Farnesina ad inserire Alghero fra le poche deputate a ospitare eventi collaterali non del ridotto G7  dei trasporti, ma  del grandeforum politico dei grandi otto governi della Terra chiamato G8. Ma per proporre candidature di questa portata che abbiano un minimo di serietà occorre pensarci prima, molto prima. Diversamente –chiude Tedde- si fa solo propaganda.”

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.