12122018Ultime notizie:

FSI, “Sanità ATS nel caos più totale, mai visto niente di simile prima”

Beatrice MuraBosa, 28 settembre 2018. La Federazione Sindacati Indipendenti FSI-USAE dopo aver indetto lo Stato di agitazione di tutto il personale ATS, nei mesi precedenti , senza aver avuto peraltro nessun riscontro positivo da parte della Direzione ATS, chiede a gran voce rispetto per tutti i lavoratori, che si ritrovano a distanza di nove mesi dalla creazione della Azienda della Tutela della Salute ATS unica, in un grande caos non più accettabile e non più governabile – Lo sostiene la Segretaria Regionale Beatrice Mura (nonchè territoriale di Oristano), sostenuta da tutte le Segreterie FSI-USAE Sardegna di Sassari-Nuoro, Olbia-Tempio, Cagliari-Sanluri che in tutti questi mesi di silenzio assordante ed a  sentir parlare solo in termini di benessere organizzativo, mentre i lavoratori , ma non solo, anche l’utenza è un continuo lamento di disservizi che creano solo disagi sta diventando insostenibile.

Non si riesce a capire veramente la Direzione per cosa stia lavorando e per chi, con tutta la buona volontà, spirito e senso di appartenenza alla propria Azienda, tutto ciò ha fatto perdere la speranza e la voglia a tutti i lavoratori di credere in positivo.

Come si fa a non vedere la realtà quotidiana di tutti i disagi che incombono in tutte le Aziende sarde, dal materiale scarso, insufficiente, che non si sa più chi ne risponde, perchè non sia disponibile, perchè la quantità venga ridotta neanche al minimo termine, sino ad arrivare alla burocrazia interminabile e farraginosa veramente nessuno dei vertici ha potuto constatare ciò che affermiamo ma non solo da oggi? Risulta difficile da accettare.

La FSI-USAE continua Beatrice Mura ha scritto e chiesto con una nota ai vertici ATS ed all’Assessorato un intervento immediato, ecco la lettera inviata :

“In considerazione delle assunzioni previste in rispetto degli accordi sulla stabilizzazione del personale avente requisiti previsti dal DGR 10/17 del 27.02.2018 e ai protocolli siglati in data 1 e 8 marzo 2018, in considerazione delle mille criticità in corso in tutta la ATS, questa O.S,

chiede

prima dell’assegnazione definitiva del personale di cui trattasi, di voler attivare le mobilità interne, previste dalla sezione I capitolo II art. 9 del regolamento ATS, al fine di consentire un avvicinamento alle sedi di residenza, al personale dipendente a tempo indeterminato che ne faccia richiesta.

In considerazione dell’accordo sottoscritto per il pagamento della produttività 2017, la nostra O.S, chiede come mai non si sia ancora provveduto al pagamento del premio, quali siano le reali motivazioni che ne impediscano la retribuzione.

Il mancato riscontro a tutt’oggi 20 settembre, del regolare funzionamento dei profili orari e del debito orario con forte caos in tutta la ATS, nonostante sia stato fatto un tavolo tecnico, con il quale trovare dei punti di incontro, per la risoluzione dei conflitti con i dipendenti ATS, il regolamento non è ancora in atto, con programmi che non funzionano bene e molte peculiarità che impediscono al dipendente di conteggiare le ore, lo straordinario, le reperibilità, si potrebbe andare avanti a scrivere delle pagine di criticità che sono presenti , reali e verificabili.

E’ inaccettabile ed inammissibile continuare silenziosamente ad accettare condizioni non veritiere e confusionarie, che stanno realmente mettendo a serio rischio tutte le attività sanitarie.

Il regolamento di gestione del personale, che comprende molti argomenti, di cui già trattato in diverse riunioni e lettere di criticità già inoltrate più volte, senza avere mai risposta da parte della Dirigenza ATS, non vi è mai stata una risoluzione dei problemi, anzi  aumentati  a dismisura.

Ai dipendenti sono stati tolti dei soldi relativi alle trattenute dei buoni pasto senza averne mai preso uno in tutto il 2018!!

Non siamo più disposti ad accettare e subire questi trattamenti, nonostante le problematiche siano evidenti non solo a noi dipendenti, ma anche agli utenti, ci troviamo difronte ad un bivio di forte protesta popolare e questa volta non saremo da soli ma avremo la cittadinanza sarda con noi e tutti gli operatori.

Avevamo indetto come sigla sindacale FSI-USAE, uno stato di agitazione che non avete neanche preso in considerazione, come se niente fosse successo, con le varie problematiche elencate, sin da gennaio 2018, siamo a settembre e nulla è cambiato, solo peggiorato, il dipendente ha veramente sostenuto delle prove che non è più disposto a sostenere.

I dipendenti hanno diritto alla loro retribuzione di tutto quello che a loro viene richiesto dai dirigenti, ma vedersi sottrarsi pure i soldi e fare cassa dai nostri soldi questo no, non lo accettiamo più!!!!!

Ci troveremo costretti a convocare una assemblea di tutta la ATS e diffidare la ATS per tutte queste detrazioni e lavoro effettuato e non pagato. Se questo vuol dire risparmiare, Chiediamo ad alta voce rispetto, il benessere organizzativo cosi tanto amato, ma che non esiste in nessuna realtà.

Per senso del dovere e senso di abnegazione tutti i dipendenti sardi, hanno lavorato e continuano a farlo con passione, lealtà, rispetto, competenza e comprensione verso il grande cambiamento che c’è stato con la creazione della ATS (Azienda Tutela della Salute), ma non è stato ricambiata nessuna di queste voci da parte della direzione verso tutti.

C’è tanta tristezza e dispiacere nel vedere con i nostri occhi le molteplici situazioni che non sono più accettabili.

Per non parlare delle dotazioni organiche provvisorie Direttore Generale, non è pensabile che non vengano modificate, non permettendo cosi alle varie ASSL di coprire le gravi carenze di tutte le figure operanti nel Sistema Sanitario che annaspano in tutti i settori.

I lavoratori Chiedono a gran voce a Lei Direttore, di ascoltare le forti lamentele e i notevoli disservizi in corso, che causano oltre disagio ai servizi, anche  economico e di stress lavoro-correlato.

Auspichiamo in un suo intervento tempestivo, altrimenti ci troveremo costretti ad intraprendere delle azioni di protesta e legali a breve termine.”

In attesa di riscontro breve e urgente per quanto ci riguarda, Porgiamo Cordiali Saluti

                                                                                    La Segretaria Regionale FSI_USAE

                                                                                    F.to Beatrice Mura

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.