17102018Ultime notizie:

FSI: “Mentre si prevede il taglio dei posti letto del Nord Sardegna, nel reparto Medicina di Tempio si boccheggia per l’assenza di aria condizionata”

“Uno dei tanto scandali ai quali ci hanno abituato i vertici della sanità isolana che a  questo punto dovrebbero dimettersi e levare finalmente il disturbo”.
Mariangela CampusSassari, 6 agosto 2018. 
“I vertici della sanità regionale, dall’alto dei loro stipendi, si rallegrano alla vista della bozza lacrime e sangue prevista per il nuovo piano dei posti letto costellato di pesanti tagli per il Nord Sardegna. Nel contempo elogiano il funzionamento dell’appalto dell’elisoccorso milionario , vero spreco di soldi di denaro pubblico , peccato che nel reparto di Medicina di Tempio, con il caldo afoso di questi giorni l’impianto di condizionamento dell’aria sia fuori uso. A questa gente diciamo: vergognatevi, state trasformando la sanità sarda in una sistema da terzo mondo facendo passare per fiori all’occhiello sistemi creati ad arte per spendere soldi pubblici, trascurando le più normali esigenze dei reparti ai danni dei cittadini”. Mariangela Campus, segretaria territoriale dell’FSI-USAE è infuriata per quanto sta accadendo a Tempio, uno dei tanti luoghi di disagio della sanità sarda.

“Mi scrivono che ‘si suda come bestie in un reparto con 36 posti letto, che si è oberati di lavoro , in condizioni estreme , stanno male anche i pazienti , spesso le finestre non hanno maniglia , per cui ogni volta devono chiamare gli infermieri per aprire o chiudere. E’ l’unico reparto senza aria condizionata  nonostante sia trainante dell’ospedale  di Tempio !’”, uno scandalo insomma..

 “Una situazione assurda per la quale ci muoveremo in tutte le sedi – conclude la Campus – sia con iniziative sindacali ma anche denunciando sulla stampa e nelle sedi opportune il metodo di agire della dirigenza sanitaria isolana, che trascura le più elementari esigenze del cittadino ma è molto attenta a giocarsi sulla stampa un’ immagine pura e  disincantata, quasi fiabesca, del proprio operato devastatore. E’ venuta l’ora di dimettersi e levare il disturbo”.

 

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.