23072019Ultime notizie:

FSI, “Giù le mani dai prelievi ematici ad Oristano, Ghilarza e Bosa. A rischio la salute dei cittadini.”

Ospedale Civile Mastino BosaBosa, 1 marzo 2019. La Federazione FSI USAE, afferma Beatrice Mura, Segretaria Regionale e Territoriale della Provincia di Oristano, scrive una nota indirizzata al Manager  Moirano ed  al nuovo Presidente della Regione Sardegna Christian Solinas per appellarsi al nuovo provvedimento della ASSL di Oristano, sulla riorganizzazione del Servizio per prelievi ematici esterni in tutta l’Azienda, limitando il numero delle prestazioni nelle tre sedi: – Oristano si limiterebbe ad eseguire solamente 50 accessi comprendenti le attività dei punti prelievo territoriali di Ales, Terralba, Mogoro, Laconi e Villa Sant’Antonio, delle sole prestazioni urgenti e dei pazienti inseriti in cure domiciliari, ADI e  della Casa Circondariale; – Ghilarza si limiterebbe alla esecuzione di sole 25 prestazioni comprensive delle attività dei centri prelievo di Samugheo, Cuglieri e Busachi, sempre solo prestazioni urgenti e pazienti inseriti in ADI; – Bosa si limiterebbe ad eseguire 25 accessi consentiti  solo agli urgenti, ai pazienti inseriti in Cure Domiciliari ed agli utenti dei 5 ambulatori infermieristici territoriali di : Montresta, Scano di Montiferro, Sennariolo, Bosa, Tresnuraghes.

Considerando che tale scelta per il territorio della Planargia, che non ha nessun laboratorio analisi privato e convenzionato, espone in grado severo tutta la popolazione, mentre gli altri territori, eventualmente, avrebbero delle strutture private a cui rivolgersi, la Planargia si troverebbe senza la possibilità di poter fare neanche un prelievo di routine.

Impensabile  tale scelta, inappropriata e scellerata secondo la FSI USAE, che è pronta a denunciare alla Procura della Repubblica il fatto grave ed inammissibile per omissione di soccorso. Nella disposizione viene affermato come conseguenza della carenza di personale Dirigente Medico e Biologo soprattutto, ma non solo di tipo Dirigenziale aggiungiamo noi, visto e considerato che la maggior parte del lavoro viene eseguito dai Tecnici di Laboratorio ( dove nella nota non vengono neanche mai nominati ), carenti come numero in tutte e tre le sedi, ed in attesa delle assunzioni da parte della ATS e non ancora arrivate, più volte segnalato. Ma non solo, non si può limitare un servizio cosi essenziale e vitale  per la popolazione, ad un numero cosi irrisorio, verrebbe da pensare che chi è al comando non conosca il lavoro che viene eseguito in tutte le sedi nominate. Chiedono in continuazione statistiche e report, ci chiediamo per che cosa, se poi ci troviamo difronte a delle decisioni senza fiato. C’è  da piangere, limitare neanche al minimo consentito, un prelievo che non si nega a nessuno, detto in gergo ospedaliero, ha dell’incredibile. Facciamo appello a Voi, alla Vostra clemenza per correre ai ripari da tale scempio che mette a serio rischio la salute della popolazione.

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.