18082017Ultime notizie:

Bonifiche ed esplosivi a Fiume Santo. La preoccupazione di Manuel Alivesi

fiume santoSassari, 6 luglio 2017. La Regione Sardegna dà il via alle bonifiche nei territori di Fiume Santo, ma gli esplosivi il cui utilizzo è previsto per le operazioni destano non poche preoccupazioni. Riportiamo il comunicato stampa del consigliere di Forza Italia Manuel Alivesi

«Giunge come un fulmine a ciel sereno la scellerata autorizzazione della Regione alle operazioni di bonifica dei gruppi 1 e 2 di Fiume Santo con l’ausilio di esplosivi, dichiarate dall’Assessorato Regionale per la tutela dell’Ambiente come “coerenti con le prescrizioni della valutazione di impatto ambientale”. Tali decisioni piombano sulla testa dei cittadini Sassaresi, ma non solo, senza che la città, il suo Consiglio Comunale ed il territorio venissero preventivamente interpellati. D’altronde quando Sindaco e classe dirigente antepongono le diatribe e faide interne alla difesa della propria città questo è il risultato. Chi difende oggi la Città di Sassari da continui attacchi, aggressioni e depauperamenti? Perché oggi vediamo un assessore dimissionario costretto ad intervenire, ritengo per puro amore verso la propria città, a titolo di Coordinatore Cittadino del suo partito anziché con il ruolo piu appropriato di Assessore Comunale all’Ambiente ? A tale proposito ci domandiamo se sia lecito che un Assessore dimissionario possa parlare a nome del Comune di Sassari, affermando che “Il Comune non accetta un piano impattante e molto pericoloso”, a meno che questa non sia la riprova della “farsa” della “crisi comunale generata dal P.D.”, ed in questo caso farebbe meglio, l’ex assessore Pinna in qualità di Coordinatore Cittadino del P.D., a guardare in casa propria e provare innanzitutto a risolvere i pasticci creati fino ad ora.

Dove è il Sindaco di Sassari in questi momenti? Da tempo abbiamo denunciato il fatto che la Regione, in merito alla vicenda di Fiume Santo, continui ad adottare provvedimenti che non tengono conto delle amministrazioni locali, ecco perché riteniamo opportuno che, se non l’evanescente Partito Democratico e la sua Giunta dimissionaria, almeno il Primo Cittadino scenda in campo al fine di tutelare la città davanti a tali catastrofiche decisioni regionali, che autorizzano l’uso di “esplosivi” per bonificare un area pericolosa e che comprende anche l’abbattimento di torri. L’uso di cariche esplosive infatti ci pare quanto meno inopportuno e fortemente impattante e dannoso per la salute pubblica, per la dispersione di polveri pericolose che ne conseguirebbe. Per queste ragioni, come componente della Commissione Ambiente del Comune di Sassari, chiediamo al Primo Cittadino ed anche al Prefetto di Sassari di intervenire al fine di bloccare qualsiasi intervento di bonifica che preveda l’ausilio di cariche esplosive, in modo tale da permettere il coinvolgimento delle Autorità Comunali in tali processi decisionali.»

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.