17102018Ultime notizie:

Basket in carrozzina, per Spanu chiamata in Nazionale per i mondiali in Amburgo. Peru: “E’ il giusto premio per un atleta speciale”

WhatsApp Image 2018-08-07 at 15.09.29Sassari, 7 agosto 2018. Ci sarà anche un sardo ai mondiali di basket in carrozzina che si disputeranno – a partire dal 16 agosto – ad Amburgo. A rappresentare il vessillo dei quattro mori nella nazionale italiana Claudio Spanu, 30enne, capitano della Dinamo Lab Banco di Sardegna.  La convocazione del commissario tecnico Carlo Di Giusto è il giusto premio per un atleta considerato tra i migliori nella disciplina. Una parabola ascendente per il giocatore isolano: una carriera iniziata nel 2005 con l’Anmic Sassari – diverse stagioni disputate nella massima serie – con la vittoria di una supercoppa italiana ed un secondo posto in EuroLega 2. Poi il passaggio alla Dinamo Lab Banco di Sardegna: con la maglia biancoblu ha conquistato la promozione in serie A. La prossima stagione la formazione – costola della Dinamo Sassari  – tornerà nella massima ribalta nazionale dopo un anno nella serie cadetta. Spanu è stato tra i protagonisti della scalata. La chiamata in Nazionale è il coronamento della stagione che si è appena conclusa. La maglia azzurra non è una novità per l’atleta isolano che nel 2007 ha disputato i campionati europei con la rappresentativa Under 22 in Turchia. Quindi nel 2017 il debutto con la nazionale maggiore, con la partecipazione al Campionato Europeo di Tenerife: con un settimo posto che ha consentito di strappare il pass per il mondiale che si disputerà dal 16 al 26 agosto ad Amburgo. La partenza i prossimi giorni, prima le partite di preparazione contro Argentina e Canada, poi il campionato iridato in Germania. Un riconoscimento anche dal vicepresidente del Consiglio regionale Antonello Peru (FI) per l’atleta sardo:  “La passione, la voglia di crescere e coinvolgere i giovani del territorio nel basket in carrozzina – sottolinea l’esponente degli azzurri – rende Claudio una persona speciale. La chiamata in Nazionale rappresenta un traguardo importante. Auspichiamo che possa essere anche l’inizio di una lunga carriera tra le fila dei migliori giocatori italiani. Il sogno? Speriamo che possa tornare in Sardegna con la Coppa del Mondo”. Intanto, al rientro della spedizione azzurra in terra tedesca è stato già fissato un appuntamento nell’aula del Consiglio regionale di via Roma per un riconoscimento all’unico giocatore isolano ai mondiali di basket.

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.